ARI-RE Day di ARI Pavia

Giussago, località cascina Darsena, ore 7.30 del 20 maggio 2017, una magnifica giornata di sole…  Io, Tino ik2exh ed Ennio iw2gox ci apprestiamo ad aprire il cancello per poter accedere al centro congressi che già arriva la prima auto di radioamatori con l’abbigliamento di ARI RE.

E’ Ernesto IZ2DAL con gruppo di ARI Saronno, un po’ in anticipo gli si dice, i lavori iniziano alle 8.45!  Non volevano arrivare in ritardo, gli indico un bar nel vicino paese per un sano caffè così da ritemprarsi un po’ dall’alzataccia…

La cornice è stupenda, il centro congressi è all’interno di una proprietà dell’ing. Natta il quale, complice l’amico Ivan Chiodini, ha concesso l’uso gratuito della struttura.

Cicogne, Ibis, lepri ed altre specie animali fanno da cornice alle divise ARI RE ed a quelle dei gruppi di protezione civile che hanno aderito all’iniziativa. Lo spirito della giornata, organizzata dalla sezione ARI di Pavia in collaborazione con il CR Lombardia e patrocinata dal comune di Giussago, era quello di incontrare volontari di radio emergenza e persone impegnate nella protezione civile così da scambiare esperienze e conoscenze reciproche.

Dopo le presentazioni ed introduzioni di rito a cura di ARI Pavia, dell’assessore Suardi e del presidente del CRL Lorenzo Leo I2LLO, Ettore Trabattoni I2EDU, referente del CR Lombardia per ARI RE, ha illustrato un po’ di storia delle comunicazioni d’emergenza fin dai primi anni 50 ai giorni nostri. Intervento molto gradito specialmente da chi non è radioamatore perché ha scoperto un mondo a loro sconosciuto e che spesso viene ignorato dai media.

A seguire Paolo Oldoni IU2IKO, regione Lombardia – Sicurezza Protezione Civile e Struttura Gestione delle emergenze, che personalmente ho avuto modo di apprezzare per l’ottima gestione delle TLC durante la visita del Papa a Milano lo scorso 25 marzo, ha dato una spiegazione di come è struttura la rete regionale lombarda delle comunicazioni d’emergenza.

Dulcis in fundo della mattinata, Andrea IW2NTF e Lorenzo I2LLO entrambi nel team tecnico di CR Lombardia, hanno illustrato le potenzialità di winlink 2k nelle comunicazioni d’emergenza; questo sistema è da supporto ad ARI RE Lombardia già da EXPO ed è continuamente inserito nella formazione dei volontari.

Dopo la pausa pranzo, durante la quale è passato a salutarci l’on. Alan Ferrari, componente della commissione affari costituzionali della Presidenza del consiglio e del Ministero degli interni, ha acceso i fuochi Paolo Lasagna IW2NMX il quale, supportato da Luigi Greco IU2IOC ma abbandonato dal varicellato Andrea Bruni IU2IIH, ha tenuto una dissertazione sulla gestione dell’emergenza, sia così come è attualmente strutturata sia proponendo possibili miglioramenti delle procedure.

Andrea IW2NTF e Marco IZ2PAG (Bonny per gli amici) hanno avuto il compito di concludere la giornata spiegando ed illustrando il sistema APRS e relative applicazioni operative sul campo messe in atto specialmente dal gruppo ARI RE Valcamonica e Brescia.

Il tempo è volato via, la consegna degli attestati ed i saluti chiudono la giornata con la sorpresa finale del gentile omaggio da parte della famiglia Natta, di confezioni di riso proveniente da coltivazioni biologiche effettuate all’interno della proprietà.

La considerazione finale è che è stata una splendida giornata trascorsa assieme a persone con le quali spesso ci si sente solo per radio (durante le esercitazioni o i grandi eventi) e, finalmente, si è avuta la possibilità di conoscere di persona.

La presenza di diversi gruppi di protezione civile ha permesso di conoscerci a vicenda scambiando esperienze e conoscenze.

Personalmente, ed a nome della sezione ARI di Pavia un ringraziamento a chi ha partecipato, a Paolo IZ2GAJ per aver fatto da monitor per chi arrivava da lontano, a Ennio IW2GOX per le fotografie, alla sezione ARI di Vigevano ed a Alberto IU2HUY per la gestione della segreteria; infine, per ultimi ma non gli ultimi, mando un grande plauso ai relatori per l’alta qualità delle loro presentazioni.

La speranza è quella che si possa ripetere l’evento magari con più tempo per l’organizzazione così da poterla maggiormente pubblicizzare.

TINO

IK2EXH

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *