Sisma Italia Centrale – aggiornamento 2

Prima di entrare in questo secondo, breve aggiornamento ARI-RE Lombardia desidera partecipare, commossa, al cordoglio delle famiglie provate dai decessi causati da questo ennesimo grave sisma ed esprimere la propria affettuosa solidarieta’ con i feriti e la popolazione interessata.

 

La prima scossa sismica di magnitudo 6.0 è avvenuta alle ore 03:36. Regione Lombardia ha immediatamente attivato la macchina dei soccorsi 4 minuti dopo, alle ore 03:40. Il sistema di Protezione Civile Regionale rimane in stato di pre-allerta, in attesa di eventuale attivazione da parte del Dipartimento della Protezione Civile Nazionale.

 

Noi di ARI-RE Lombardia siamo stati allertati da Regione alle ore 07:00 e nell’arco di mezz’ora SalaRadio della Sala Operativa Regionale era presidiata ed attiva. ARI-RE Milano e la componente ARI (quella con impegno di partenza entro 6 h.) della Colonna Mobile Regionale sono state immediatamente poste in stato di pre-allerta e rimangono tutt’ora nella medesima condizione.

L’attuale periodo di ferie estive non ha impedito ai nostri operatori di attivarsi in numero sufficiente secondo le procedure previste dal piano operativo ARI della Citta’ Metropolitana di Milano.

Sono state registrate le disponibilità ad eventuali turnazioni in Sala Operativa e predisposto quanto necessario per l’eventuale partenza immediata di 2 equipaggi di Colonna Mobile: 1 x Centro Trasmissioni Mobile – 1 x Pick-up con attrezzatura di supporto e carrello logistico.

Pronta a partenza immediata anche la nostra componente di ARI-RE Brescia, allertata direttamente dalla relativa Provincia.

Dopo le comunicazioni ricevute in teleconferenza dal Dipartimento della Protezione Civile in Roma, abbiamo inviato  le necessarie comunicazioni agli operatori interessati. Alle ore 18:35 SalaRadio andava in QRT.

La triste ma ricca ed importante esperienza maturata da ARI-RE Lombardia durante le ultime emergenze terremoto (Abruzzo 2009 – Emilia/Lombardia 2012) ci ha insegnato che abbassare subito la guardia sarebbe un grave errore. Che il prossimo futuro potrebbe essere ricco di insidie. Che una volta terminate le operazioni di somma urgenza tese al salvataggio di vite umane vi sara’ una successiva fase di gestione dell’emergenza, ove le risorse disponibili dovranno essere attinte. Per questo va il nostro ringraziamento anticipato a tutti i volontari e volontarie di ARI-RE Lombardia.

 

IK2MLR Maurizio

Milano, 24 agosto 2016 – h 22:42

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *