Massima Efficienza: Operativi con Radio Mail (Winlink SAT) tramite il Satellite Radioamatoriale QO-100″

Sabato 1 giugno 2024, alcuni dei nostri volontari di ARI RE Lombardia odv si sono incontrati nella nostra sede operativa di Gallarate per la presentazione del progetto “WINLINK OSCAR 100”.

 Pietro Molina  I2OIM della sezione ARI di Vigevano, ha illustrato il lavoro e il sistema, spiegando come il progetto, finanziato dall’A.R.I. Comitato Regionale Lombardia e dato in uso ad ARI RE odv, , abbia portato alla realizzazione pratica dell’apparecchiatura necessaria per utilizzare Winlink (e non solo) tramite il satellite radioamatoriale Oscar 100 (QO-100).

Durante la presentazione, sono state mostrate le varie fasi di sviluppo dell’attrezzatura, sottolineando l’importanza di questo sistema per le comunicazioni di emergenza. Il progetto rappresenta un significativo avanzamento tecnologico, permettendo agli operatori ARI RE di trasmettere messaggi via e-mail anche in situazioni critiche, in assenza di copertura internet e di nodi Winlink irraggiungibili  in VHF-UHF o in HF e dove le comunicazioni tradizionali potrebbero risultare difficoltose o impossibili.

Leggi tutto “Massima Efficienza: Operativi con Radio Mail (Winlink SAT) tramite il Satellite Radioamatoriale QO-100″”

Prova di soccorso Siccomario 2024

Si è svolta venerdì, sabato e domenica scorsa (19-20-21 maggio 2024) un’esercitazione di Protezione Civile che ha coinvolto 11 gruppi di P.C., la Croce Verde, l’Ente Provincia di Pavia e la nostra Associazione. L’ ARI RE Lombardia ODV è stata incaricata di gestire le comunicazioni radio per tutte le prove previste nei vari scenari. La sala radio ha operato in VHF analogico e UHF in DMR, garantendo i collegamenti tra la sala operativa, il centro operativo e le squadre locali impegnate nelle emergenze.

È stata un’esperienza formativa che ha pienamente raggiunto gli obiettivi prefissati dall’esercitazione. Tra questi obiettivi, si è lavorato sulla collaborazione tra Organizzazioni di volontariato non abituate al lavoro di squadra, sulla verifica della catena di comando interna, sull’applicazione pratica delle competenze acquisite dai volontari nei corsi di formazione specialistica tramite attività addestrative mirate, sulla verifica delle attrezzature e dei mezzi delle organizzazioni di P.C., e sull’attivazione di reti di comunicazione alternative via radio.

Leggi tutto “Prova di soccorso Siccomario 2024”

Seconda Esercitazione Ferrovie Nord – ARI RE: Verifica Copertura Radio Saronno – Como Lago

Sabato 11 maggio 2024 è stata condotta con successo la seconda prova di test sulla copertura radio lungo la tratta ferroviaria Saronno – Como Lago. Questa iniziativa è la seconda delle tredici previste nella collaborazione tra ARI RE Lombardia ODV e Ferrovie Nord, con l’obiettivo di valutare la qualità della copertura radio presso tutte le stazioni ferroviarie gestite da FN, utilizzando la rete radioamatoriale d’emergenza della Lombardia.

Dopo l’esperienza della prima prova effettuata il mese scorso sulle tratte Saronno -Malpensa e Vanzaghello – Novara Nord, sono state affinate le modalità operative e introdotti alcuni accorgimenti. Questi serviranno per archiviare tutte le informazioni emerse da questa esercitazione. L’analisi della copertura radio verrà esaminata lunedì 20 durante il debriefing con tutti gli operatori impegnati sabato scorso. In quell’occasione, verranno evidenziate le uniche due difficoltà di copertura radio “in diretta” riscontrate con i portatili in due stazioni ferroviarie.

Leggi tutto “Seconda Esercitazione Ferrovie Nord – ARI RE: Verifica Copertura Radio Saronno – Como Lago”

WINLINK EXPRESS 10 anni con ARI RE

Storia di uno strumento poco conosciuto, ma entrato nell’uso quotidiano tra gli operatori ARI RE. Tutto nacque in Italia da uno spunto del Comitato Regionale Lombardia dell’ARI nel trovare comunicazione tra Enti più performante e veloce della semplice fonia.

Negli ultimi 50 anni l’evoluzione tecnologica ha portato i radioamatori ad evolversi continuamente.

WINLINK con le HF

Leggi tutto “WINLINK EXPRESS 10 anni con ARI RE”

APPLICATO PER LA PRIMA VOLTA L’ ART. 141 DEL CODICE DELLE COMUNICAZIONI

In occasione del recente alluvione in Emilia Romagna e conseguente stato di emergenza, fondamentale anche in questo catastrofico evento è stato Il ruolo avuto dai radioamatori.

Il 20 maggio il Prefetto di Ravenna, considerata la grave situazione determinatesi sul territorio, ravvisando l’esigenza di garantire la continuità delle comunicazioni completamente interrotte tra tutti gli attori del sistema della Protezione Civile, al fine di garantire la tempestività e l’efficacia degli interventi di soccorso, ha autorizzato i radioamatori operanti nell’ambito dell’attività emergenziale ad effettuare collegamenti con le Autorità Locali dei territori isolati, applicando – per la prima volta da quando è stato emanato – l’art. 141 del Codice delle Comunicazioni elettroniche («L’Autorità competente può, in caso di pubblica calamità o per contingenze particolari di interesse pubblico, autorizzare le stazioni di radioamatore ad effettuare speciali collegamenti oltre i limiti stabiliti dall’articolo 134»).

L’applicazione dell’art. 141 del Codice delle Comunicazioni Elettroniche durante l’alluvione nella Romagna è una risorsa che è stata applicata per il coordinamento delle emergenze ed offre uno strumento unico per il coordinamento delle operazioni di soccorso e ripristino.

Le autorità competenti, come alcuni passaggi audio del file audio da noi riportato, hanno fatto ampio uso di questa disposizione per facilitare la comunicazione e la condivisione di informazioni cruciali tra le diverse entità coinvolte nella risposta all’emergenza.

VVF, Sindaci, Polizia di Stato, sono riusciti a coordinarsi con la Prefettura di Ravenna tramite i radioamatori usando la nostra maglia radio.

Il Presidente dell’ARI nazionale Alessio Sacchi all’ultima riunione del CDN segnala l’operato del Socio Giovanni Bertozzi (IU4PSZ) che, nel momento del disastro, si trovava a Casola Valsenio (RA), nell’Alta Val Senio.

Le radiocomunicazioni in file audio che abbiamo documentato nell’articolo ” Una radio salva le vite” in molti passaggi riproducevano la voce di Giovanni IU4PSZ . Il paese non era stato allagato, ma era rimasto isolato a causa di frane. Inoltre le comunicazioni telefoniche erano interrotte e internet non funzionava. Bertozzi si è distinto coordinando con capacità i soccorsi.

Grazie Giovanni a te e a tutti i colleghi radioamatori emiliani e romagnoli che con le radio avete dato un contributo essenziale, l’applicazione dell’art. 141 durante l’alluvione nella Romagna ha dimostrato che la “nostra rete radio” può essere una grande alleata nella gestione delle emergenze, consentendo una risposta più rapida e coordinata per tutta la comunità.

Nota per le sezioni e zone ARI RE : il file audio che riportiamo è quello dell’articolo precedente. Se dovesse interessare, per la “scuola di radiocomunicazioni emergenza”, è disponibile il file di 8 ore assemblato da IK2GAO. Per richiederlo: info@arirelombardia.it

RETE RADIO DMR LOMBARDIA IN ALTA VALTELLINA!

Sabato 17 settembre 2022  per il progetto di A.R.I. CRLombardia “RETE RADIO REGIONALE DMR” è stato installato l’ultimo ripetitore che copre l’Alta Valtellina in provincia di Sondrio.

Un’impresa risultata molto complicata sia per individuare la postazione giusta che potesse collegare quel tratto dell’Alta Valtellina sia per problemi tecnici poi tutti risolti.

Grazie ai nostri volontari ARI RE della sezione ARI di Sondrio siamo riusciti nell’impresa!

Postazione RU19a Fr. 431.312,5 +1.6 MHz

Da Milano Fabio IU2ACH e Maurizio IK2ILW hanno trasportato sabato scorso l’apparecchiatura necessaria: ripetitore Hytera, cavità , palo, cavo ecc.

In attesa a Sondalo, Christian IZ2WYA, attrezzato per scalare le più impervie cime Valtellinesi, era già pronto con trapano, chiavi inglesi e tasselli a presa chimica, con Davide IZ2UUF. I due colleghi posizionano le staffe al muro, il palo e l’antenna, con un vento di favonio fortissimo che a 1000 m slm si sente non poco..

Leggi tutto “RETE RADIO DMR LOMBARDIA IN ALTA VALTELLINA!”